Museo Gerardino

ll Museo Gerardino, situato nel complesso del Santuario di San Gerardo a Maiella, nella frazione di Materdomini, è dedicato alla vita e alle opere di San Gerardo Maiella. ll Santo che morì nel 1755 a soli 29 anni è invocato come protettore delle mamme e dei bambini;la sua fama è legata soprattutto al il miracolo del fazzoletto. Il terremoto del 1980 distrusse la camera ove morì San Gerardo, vero cuore del Museo Gerardino. I pellegrini si fermavano davanti alla grata in preghiera; rivivevano momenti dell’agonia, della sofferenza e della gloria del Santo. Dopo il terremoto, il museo è stato provvisoriamente allestito nei locali del nuovo santuario. Oggi non è più possibile visitare la stanza dove si spense il Santo, ma si possono in compenso ammirare le lettere autografe di San Gerardo, gli strumenti di disciplina e altri oggetti dell’epoca. Sono esposti inoltre i “miracoli” dipinti da Sorrentino, ex-voto, dipinti e sculture.

Dettagli

Giorni di apertura: Lunedì,Martedì,Mercoledì,Giovedì,Venerdì,Sabato,Domenica
Orario di apertura: dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00
Ingresso: Gratuito
LA SALA DEGLI ARREDI LITURGICI: Testimoniano la fede vissuta e proclamata dal Santuario nel corso dei secoli. Preziosi paramenti e standardi, mirabili opere dell’artigianato liturgico, sono ammirabili nel primo locale del santuario. Nel Museo sono raccolte opere artistiche che risalgono al ‘600. Sono manufatti di diverso genere e natura. Tra le opere esposte ci sono gli ori, dono dei devoti a san Gerardo Maiella, segno tangibile della loro gratitudine per le grazie ricevute. LA SALA DEGLI AFFRESCHI: In questa sala sono collacati le tele che sintetizzano la vita di san Gerardo Maiella e i suoi miracoli più conosciuti.
sangerardo.eu